Chi siamo

Chi siamo

Casa Famiglia Betania di Maria

La casa famiglia Betania è un servizio residenziale caratterizzato dalla presenza di una coppia di coniugi che assume i ruoli genitoriali assicurando una presenza affettiva a tempo pieno, dando risposte di accoglienza (6 posti letto accreditati dalla regione Lombardia), di cura e di relazione a minori con difficoltà familiari e personali. I bambini grazie all’istituto dell’affido compiono una piena esperienza di vita familiare e rimangono nel nuovo nucleo fino a che non si rendono adeguate le condizioni per il rientro nella famiglia d’origine. In altri casi l’itinerario dei bambini può risolversi secondo altre modalità e prospettive definite dal Tribunale per i Minorenni. Di norma la Comunità viene contattata dai Servizi Sociali. La Comunità Familiare richiede al Servizio la trasmissione di una relazione sul caso che contenga  gli elementi della storia personale ed il profilo psicologico del minore. La famiglia valuta l’eventuale idoneità del caso in relazione alle caratteristiche della Comunità. È necessario un incontro formale con chi presenta il caso al fine di definire gli obiettivi  generali utili alla progettazione personalizzata. Insieme alla eventuale risposta positiva all’inserimento viene allegato l’impegno di spesa.  La Comunità inoltre richiede copia della documentazione scolastica, medica del minore accolto. Dopo un periodo di circa due mesi, sulla base delle osservazioni effettuate, la Comunità collabora  con il Servizio Sociale Affidatario per redigere un Progetto Educativo Individualizzato

  • Obbiettivo generale

L’obiettivo generale dell’intervento è la tutela e la protezione del minore e dell’adolescente che si trova in una situazione pericolosa o pregiudizievole per la sua sana crescita, nonché della promozione della sua educazione, formazione scolastica e/o professionale e il sano sviluppo in tutte le dimensione che compongono la globalità della persona.    

  • Obbiettivi specifici

Vi sono poi una serie di obiettivi specifici:

  • Aiutare i Servizi Sociali ad avere una pronta risposta alle varie emergenze che possono presentarsi nello svolgimento delle loro attività di tutela minorile.
  • Servizio di pronto intervento per i casi più urgenti.
  • Valutare la possibilità di recupero di relazioni genitoriali sufficientemente sicure da consentire il rientro in famiglia.
  • Costruire percorsi di uscita dalla casa famiglia, conseguenti alla valutazione, prevedendo uno stretto accompagnamento.